Quando le porte si sono aperte

Ufficio stampa Comune S.G. Persiceto, giovedì 23 ottobre 2014

“Quando le porte si sono aperte”

Comunicato stampa

Sabato 25 ottobre dalle ore 10 alle 13 nel Teatro comunale di Persiceto si terrà il convegno “Quando le porte si sono aperte”, durante il quale sarà presentato l’omonimo volume, edito da Maglio editore e pubblicato in occasione dei 25 anni dalla chiusura della struttura psichiatrica di San Giovanni in Persiceto.

23/10/2014

Venticinque anni fa, nel 1989, chiudeva l’Ospedale-Ricovero San Giovanni, la struttura psichiatrica del comune di Persiceto. L’esperienza del superamento dell’Ospedale-Ricovero resta unica ed esemplare nel panorama della psichiatria italiana. Questa operazione, contestualmente al reinserimento delle persone ricoverate nei loro contesti di origine, ha portato alla nascita del welfare nei quattro comuni dell’allora “Consorzio Socio-Sanitario”, fondando i servizi di assistenza che tuttora rendono possibile il mantenimento sul territorio delle persone fragili, anziane, con handicap o con disturbi psichici.

Il convegno “Quando le porte si sono aperte” in programma sabato 25 ottobre e l’omonimo volume, edito da Maglio editore, che sarà presentato per l’occasione, intendono ripercorrere le vicende che portarono alla de-istituzionalizzazione di questa struttura, attraverso le voci dei suoi stessi protagonisti. Durante la mattinata di approfondimento, che si svolgerà dalle ore 10 alle 13 presso il Teatro comunale di Persiceto, i redattori di Psicoradio (la direttrice Cristina Lasagni, Università di Lugano, la tutor Angela Cristelli e i redattori Vincenzo Bottiglioni e Luca Gamberini) intervisteranno testimoni di ieri e di oggi, tra cui: Ernesto Albano, infermiere dell’Ospedale Ricovero San Giovanni, Villiam Alberghini, medico e consigliere dell’Ospedale Ricovero, Gabriella Boilini, sociologa (a cui recentemente il Comune di Persiceto ha conferito la cittadinanza onoraria), Italo Cadelano, ex degente dell’Ospedale Ricovero, Franco Di Giangirolamo, all’epoca responsabile della Camera del Lavoro di Persiceto, Rolando Dondarini, presidente della “Festa internazionale della storia”, Università di Bologna, Ivonne Donegani, responsabile Centri Salute Mentale Ausl di Bologna, Giorgio Gosetti dell’Università di Verona, Piero Manganoni, sociologo, Elisabetta Perazzo, presidente archivio storico della Cdlm di Bologna, Ivana Sandoni, responsabile delle leghe Spi-Cgil per i Comuni di Terred’acqua, il Sindaco e il Presidente del Consiglio del Comune di San Giovanni in Persiceto.
L’evento, inserito nell’ambito della Festa della Storia 2014, è promosso da Spi-Cgil, Comitato di ricerca e documentazione sul superamento dell’ospedale-ricovero di San Giovanni in Persiceto e da Auser Persiceto con il patrocinio del Comune.

Lorenza Govoni – Ufficio stampa Comune Persiceto