Quando le porte si sono aperte

il Resto del Carlino – Bologna 26 ottobre 2017

Carlino-27-10-17_Quando le porte

L'ultima piazzetta

Gino Pellegrini in mostra a Bazzano (TGR Emilia Romagna 2017-09-26)

Anna e Lui

La libreria di Veronica – 16 giugno 2017

Oggi voglio parlarvi di un libro a cui sono molto affezionata, perché è stato anche il primo romanzo che ho presentato. Si chiama “Anna e Lui” di Selina de Vivo, edito da Maglio Editore. È stato il primo romanzo breve di Selina De vivo, autrice bolognese, con alle spalle già numerosi racconti pubblicati su varie antologie. Un romanzo che si legge tutto d’un fiato. L’ho letto la prima volta lo scorso anno, in luglio, mentre ero in vacanza a Procida, e in due giorni l’ho finito. Sì, perché l’autrice sa trasportare il lettore in una vicenda dai contorni misteriosi, e tra l’altro, basata su un fatto realmente accaduto anche se ovviamente trasfigurato dall’immaginazione. Siamo nel caldo luglio del 1985. Anna è in stazione a Bologna, deve partire per un viaggio, raggiungere degli amici in Francia. Ma proprio lì capita l’imprevisto. La protagonista, mentre aspetta il suo treno, rimane folgorata da uno sguardo di un individuo. Inizia una conversazione tra i due, e Anna ne rimane totalmente affascinata, anche se non sa spiegarsi perché rimane così stregata da questo individuo. Contrariamente alla sua indole, si abbandona totalmente alle sue parole e lo segue nel suo appartamento del ghetto ebraico di Bologna. Lì capisce che deve fuggire, e lasciando quella casa, sa che non lo incontrerà mai più. Un romanzo dettato dalla necessità della amica di Anna, Sandy, alter ego dell’autrice, dopo 30 anni da quell’avvenimento, di scriverne, lasciandosi travolgere da quello che capiterà. La scrittrice, con una scrittura scorrevole e chiara, ha reso perfettamente questa narrazione con mistero. Non è infatti un giallo vero e proprio, dato che manca il delitto, ma piuttosto un romanzo avvolto dal mistero, in cui anche il finale rende merito alla vicenda.

2050 D.C.

itacanotizie.it – 14 dicembre 2016

“2050 D.C. The next world”, il primo libro del trapanese Paolo Brucato

E’ stato pubblicato – per i tipi della Maglio Editore –  il primo romanzo del trapanese Paolo Brucato, dipendente pubblico, appassionato di geopolitica, di antropologia e di viaggi, attualmente all’estero per lavoro. “2050 D.C. The next world” è il titolo del libro di Brucato – che durante la sua carriera professionale ha svolto e svolge vari incarichi sia in Italia che all’estero – che ha già scritto numerosi articoli relativi al suo settore, pubblicati su riviste specializzate. Boston, la vita di un giovane capitano della polizia metropolitana è sconvolta da una notizia che in altri, meno angosciosi, tempi avrebbe riempito di gioia l’esistenza di ogni uomo: la moglie Irina è incinta del secondo figlio. In quell’epoca, in cui la politica del figlio unico è imposta su scala globale, il Mondo è dominato da un Consiglio composto dalle potenze nucleari del Pianeta che unite, con pugno di ferro, combattono contro la sovrappopolazione e la carenza di risorse. Il protagonista inizia una lunga guerra che lo porterà a lottare, tra Nord America, Vecchio Continente e Sud America, per amore della sua famiglia. Passioni, tradimenti, scontri, uomini senza scrupoli ne segneranno il cammino, ma la forza dell’amore lo guiderà nelle sue mille peripezie.

“Il libro – dice l’autore –  nasce con un pensiero rivolto a come potrebbe essere il mondo in un prossimo futuro, considerato il rischio che le risorse del pianeta non siano idonee e sufficienti a soddisfare la costante crescita demografica. Lo spunto iniziale è la teoria demografica di Malthus (che ispirò la corrente del malthusianesimo che sostiene il ricorso al controllo delle nascite per impedire l’impoverimento dell’umanità); tutto gira intorno alle avventure di questo poliziotto bostoniano che è il protagonista  e tutte le località citate sono continenti e città dove io sono stato nel corso della mia vita. In questo libro – aggiunge Brucato – non ci sono riferimenti alla Sicilia, la mia terra, che si trovano invece nel secondo libro al quale sto attualmente lavorando,  ambientato tra San Vito Lo Capo e gli Stati Uniti, in seno alla comunità italo-americana”. Attualmente il libro si può acquistare sul sito della Maglio Editore: mlim.it

L'ultima piazzetta

GINO PELLEGRINI GIOCANDO CON L’ARTE mostra antologica Palazzo Fogazzaro, Schio (Vi)

gino-pellegrini-cs

Pagina 1 di 3512345...102030...Ultima »