Le lettere perdute di Amarna

Anobii, 8 aprile 2015

amarna_anobii2

Da sindaco della fascia alla fascia da sindaco

Andrea Pelacani ospite di Zerocinquantuno.it

Da sindaco della fascia alla fascia da sindaco

blog.libero.it/dottormanser

DA SINDACO DELLA FASCIA ALLA FASCIA DA SINDACO

Si torna a parlare di calcio nel blog del Doc. Lo faccio molto volentieri perché il libro di Andrea Pelacani “Da sindaco della fascia alla fascia di sindaco” (Maglio Editore) è un libro appassionato e appassionante, che ha “preso” anche me che tifoso non sono mai stato; oltre ad essere nauseato dal calcio ad alti livelli di oggi, sono orfano da anni di eroi calcistici. I miei miti si chiamavano Meroni, Zigoni, Vendrame, Garlaschelli, Best, Gascoigne: gente che rompeva gli schemi dentro e fuori dal campo. Carlo Nervo non aveva nulla a che fare con gli “artisti” qui citati, ma era senza dubbio un GRANDE, un grande giocatore e, da quel che traspare dalle pagine di Pelacani, un grande uomo. Giocatori come Nervo sono quelli che mi piace portare da esempio ai giovani che alleno, uomini che sanno cosa significa sacrificio, che non si arrendono mai, che hanno gambe, cuore e polmoni. Uomini con la U maiuscola.

“Da sindaco della fascia alla fascia di sindaco” è la storia di Carlo Nervo e del suo Bologna, che lo ha visto protagonista dal 1994 al 2007, tra alti e bassi, più alti che bassi nonostante le gioie del tifoso rossoblu siano state assaporate col contagocce da cinquant’anni a questa parte. Ma forse, proprio per questo, il tifoso del Bologna ha la (vera) passione marchiata indelebilmente nel proprio dna. L’autore infatti la mette bene in evidenza tra le pagine del suo libro. La passione è anche il marchio di fabbrica di Carlo Nervo, che dopo aver attaccato le scarpe al chiodo ha continuato a mettercela (la passione) in tutte le altre attività che ha svolto, in primis quella di sindaco del piccolo comune di Solagna.

Seppur vagamente, ho associato il libro di Pelacani al mio “Far West Lazio – Il volo di Uccellino” perché anch’io ho voluto omaggiare un calciatore (mio padre in questo caso) che non era una prima donna ma che macinava chilometri sulla fascia di un campo di calcio. Inoltre ho voluto fotografare un calcio (e un mondo) che purtroppo non esiste più. Ma per fortuna, qualche grande uomo/calciatore esisterà sempre. 

Un bravo sincero ad Andrea Pelacani per un libro tra l’altro scritto molto bene, approfondito e… sudato. Richiedetelo tramite i canali di vendita in internet, a Maglio Editore o contattate l’autore su Facebook.

Statemi benone!

Le lettere perdute di Amarna

Archeologia Viva, marzo-aprile 2015

archeologiaviva marzo-aprile15

Donne da corsa

Autosprint, 17 gennaio 2015

autosprint_17gennaio15

Pagina 10 di 34« Prima...89101112...2030...Ultima »