Hello Wamba

Ravennanotizie.it – 20 luglio 2013

Progetto Hello Wamba, presentati il video e il libro con le immagini del fotografo Paolo Genovesi

sabato 20 luglio 2013

Raccolta fondi per la farmacia del Catholic Hospital di Wamba in Kenya

Serata dedicata al progetto “hello WAMBA” ieri sera presso il ristorante La Trattoria in via Marabina. Nell’occasione sono stati presentati il video e il libro con le immagini realizzate dal fotografo Paolo Genovesi presso il Catholic Hospital di Wamba in Kenya.

Oltre 100 i partecipanti che hanno contribuito alla raccolta di fondi destinati alla farmacia dell’ospedale di Wamba.

Hello Wamba

Ravenna24ore.it – 20 luglio 2013

Una serata dedicata al progetto ‘Hello Wamba’

Le immagini del libro sono state realizzate dal fotografo Paolo Genovesi
20 luglio 2013 |  Cultura | Ravenna|
Ieri sera presso il ristorante “La Trattoria” in via Marabina è stato presentato il progetto “Hello Wamba”.  Il progetto nasce con lo scopo di raccogliere fondi da destinare alla farmacia interna all’ospedale di Wamba, realizzando un libro ed un dvd con immagini che testimoniano l’attività all’interno ed all’esterno della struttura. Durante la serata il fotografo ravennate Paolo Genovesi ha introdotto il video e il libro con le immagini da lui realizzate presso il Catholic Hospital di Wamba in Kenya

Oltre 100 i partecipanti che hanno contribuito alla raccolta di fondi destinati alla farmacia dell’ospedale di Wamba.

Hello Wamba

Ravenna&dintorni.it – 20 luglio 2013

Scatti di solidarietà per un ospedale nel cuore dell’Africa

Presentato a La Trattoria, “Hello Wamba”, un video e un libro con le immagini del fotografo ravennate Paolo Genovesi
Paolo Genovesi hello Wamba

Gli autori di hello Wamba e gli ospiti de La Trattoria in occasione dell’iniziativa di solidarietà del 20 luglio scorso.

Oltre cento persone hanno partecipato al ristorante “La Trattoria” in via Marabina all’iniziativa di solidarietà che ha visto la presentazione del video e del libro del progetto hello Wambache raccontano, con le immagini scattate dal fotografo ravennate Paolo Genovesi e i testi di Marco Tarozzi, la vita quotidiana di un piccolo villaggio africano e l’attività del Catholic Hospital di Wamba, in Kenya, fondato e gestito da missionari medici volontari italiani. L’occasione ha consentito una raccolta fondi a favore della farmacia dell’ospedale di Wamba.

 

Hello Wamba

Ravenna24ore.it – 4 luglio 2013

“Hello Wamba”, un libro e un dvd per l’ospedale kenyota

Al progetto ha collaborato il fotografo ravennate Paolo Genovesi
4 luglio 2013 |  Cronaca | Ravenna|
Durante l’inaugurazione di una mostra fotografica, parlando delle reciproche esperienze professionali Paolo Genovesi, Giuseppe Masini ed  Ettore Mazzucchelli. svilupparono l’idea di realizzare un progetto per a sostenere la farmacia del Catholic Hospital di Wamba presso il quale da molti anni il Dott. Mazzucchelli si reca. Sposando l’attività di fotografo di Paolo Genovesi si decise di testimoniare l’attività svolta dai volontari a favore della popolazione locale.

“Hello Wamba” nasce con lo scopo di raccogliere fondi da destinare alla farmacia interna all’ospedale, realizzando un libro ed un DVD con immagini che testimoniano l’attività all’interno ed all’esterno della struttura.
“Un fiore che cresce nel deserto. Molto più di un’immagine poetica, o letteraria. Questa è davvero una gemma, una pietra preziosa incastonata nella savana più dura e aspra. Si chiama Catholic Hospital Wamba, ha un’anima africana e un cuore italiano, quello dei missionari che lo pensarono e progettarono negli anni Sessanta e di un medico di Castellanza, Silvio Prandoni, che quarantaquattro anni fa ne prese le redini, e nel tempo lo ha fatto crescere fino a farne la terza struttura ospedaliera del Kenya.
Wamba è un villaggio, più propriamente un insieme di baracche a sette ore d’auto da Nairobi. Ma la gente di quei territori sa che lì c’è un’oasi di salute e di speranza a cui fare riferimento. Un ospedale che serve una popolazione di circa duecentomila anime, che grazie all’opera di proselitismo di Prandoni porta specialisti di tutto il mondo nel cuore dell’Africa, che educa al mestiere del “dare e fare per il prossimo” la gente locale. Non solo cure per il corpo, ma anche per la mente: scuola, educazione, formazione. Perché è così che questo continente immenso, magnifico e contradditorio può uscire dalle sue infinite difficoltà. E al Catholic Hospital Wamba l’hanno sempre saputo.
Per vedere, capire, conoscere questo posto bisogna immergercisi a fondo. Come ha fatto Paolo Genovesi, fotografo ravennate di rara sensibilità, decidendo di inoltrarsi su questi sentieri, di incrociare questi sguardi, di documentare questo cammino di speranza. Questo libro, edito da Maglio Editore, è il suo progetto realizzato: immagini delicate, suggestive, che comunicano sentimenti veri. Immagini che vanno dritte al cuore. Che viaggiano insieme ai testi di Marco Tarozzi. Ne esce una storia africana che sentiamo vicina: entrarci vuol dire anche aiutare quel fiore nel deserto a crescere rigoglioso”.

Hello Wamba

Ravenna&dintorni.it – 4 luglio 2013

La macchina fotografica di Genovesi
in Kenya per il progetto Hello Wamba

L’ultimo libro del fotoreporter ravennate dedicato all’ospedale di un villaggio a sette ore da Nairobi: raccolta fondi per sostenere la struttura che serve duecentomila anime

Per dieci giorni si è immerso nella realtà africana di Wamba, villaggio a sette ore di auto da Nairobi (Kenya), impugnando una macchina fotografica ed è nato Hello Wamba, l’ultimo libro del fotoreporter ravennate Paolo Genovesi in uscita in questi settimane per Maglio Editore. Il progetto è nato dall’idea di Genovesi e Giuseppe Masini: lo scopo è raccogliere fondi a favore della farmacia dell’ospedale di Wamba, tramite la vendita del libro (con i testi di Marco Tarozzi) e di un dvd che raccontano la quotidianità all’interno ed all’esterno dell’ospedale locale.

Alcuni scatti tratti dal libro Hello Wamba di Paolo Genovesi

Il Catholic Hospital ha un’anima africana e un cuore italiano, quello dei missionari che lo pensarono e progettarono negli anni Sessanta e di un medico di Castellanza, Silvio Prandoni, che quarantaquattro anni fa ne prese le redini, e nel tempo lo ha fatto crescere fino a farne la terza struttura ospedaliera del Kenya che serve una popolazione di circa duecentomila anime, che grazie all’opera di proselitismo di Prandoni porta specialisti di tutto il mondo nel cuore dell’Africa. Non solo cure per il corpo, ma anche per la mente: scuola, educazione, formazione.

 

Pagina 20 di 35« Prima...10...1819202122...30...Ultima »