Autori

Antonio Chiera

Antonio Chiera nasce nel 1970 a Mèlito di Portosalvo, una splendida cittadina che si affaccia sul mar Ionio, in provincia di Reggio Calabria.
Fino all’età di 18 anni cresce a Caulonia Marina, dove muove i primi passi verso la professione di pasticciere. A 11 anni inizia a lavorare, durante l’estate, preparando granite e gelati con una macchina a bastone, presso il “Cin-Cin Bar” a Caulonia e a 14 anni Antonio entra nel reparto di pasticceria e frequenta anche l’Istituto Alberghiero, dove si diploma a 18 anni. Dopo il servizio di leva diventa capo pasticciere, presso la “Pasticceria Morabito” di Ardore Marina, dove lavora tra il 1990 e il 1993. Ma il periodo che maggiormente cambierà la vita di Antonio è dal 1994 al 2003, quando intraprende una nuova esperienza professionale presso la pasticceria “Golosia” di Marina di Gioiosa Ionica. E’ proprio il titolare di questa pasticceria, Marcello Fazzolari, che, constata la bravura di Antonio e la volontà di migliorarsi, gli consente di frequentare corsi di specializzazione e perfezionamento presso grandi maestri pasticcieri.
Inizia anche a frequentare assiduamente le fiere internazionali, come “Sigep”, e si confronta, sempre più spesso, con pasticcieri noti a livello globale. Consegue, quindi, specializzazioni nel settore delle paste lievitate, torte da forno, pasticceria da tè, cioccolato, zucchero artistico, pasticceria fresca, gelateria e torte moderne.
Dopo 13 anni alla guida della pasticceria, Antonio decide di intraprendere la carriera di consulente free-lance ed incontra, casualmente, Pancrazio Catalano, allora agente di una azienda, che cambierà la sua vita: la MEC3. Lì viene presentato a Giordano e Gian Maria Emendatori, rispettivamente titolare e direttore delle vendite, che credendo in lui danno inizio ad una collaborazione che prosegue tuttora e che consentirà ad Antonio di muovere un passo decisivo verso una carriera di rilievo internazionale.

Autori

Arnaldo Rimondini

Arnaldo Rimondini è nato nel 1936 in un paese in provincia di Bologna. Molto giovane si è trasferito in città e per più di cinquantacinque anni ha gestito un’azienda in cui si lavorava l’acciaio.
È un accanito lettore e ha scritto diverse storie; ma solo ora che è in pensione ha deciso di pubblicarle.
Questo è il primo dei suoi libri.

Autori

Barbara Faenza

Barbara Faenza è nata nel 1970 a Castelfranco Emilia (Mo) e vive a Bologna. Laureata in Egittologia presso l’Università degli Studi di Bologna, ha svolto lezioni e conferenze presso musei e istituzioni culturali dell’Emilia-Romagna e della Toscana. Dal 2002 tiene corsi di archeologia presso biblioteche, associazioni culturali e libere università della sua regione. Ha partecipato a missioni archeologiche in Egitto e in Emilia-Romagna. Dal 1999 ha svolto attività didattica presso il Museo Civico Archeologico di Bologna. Ha pubblicato articoli e libri didattici su aspetti delle civiltà antiche e nel 2013 il suo primo romanzo “Le lettere perdute di Amarna” (Maglio Editore).

Autori

Barbara Galli

Barbara Galli è nata e vive a Bologna. Ha una laurea in Economia e Commercio e in orario d’ufficio svolge un rispettabile lavoro impiegatizio. Di notte, invece, legge e scrive. Terza classificata al Premio Nanà di Avagliano Editore nel giugno 2014. Operazione B.I.S.C.O.T.T.O. è la prima storia che pubblica.

Segni particolari: madre di quattro figlie, di età varia tra i cinque e i diciannove anni. Ha un blog personale: www.lapasionaria.it.

Autori

Carlo D’Adamo

Nato a Collesalvetti (LI) nel 1949, Carlo D’Adamo si è laureato in lettere moderne a Bologna nel 1971, e, dopo aver esercitato la professione di insegnante nelle scuole superiori delle province di Modena e Bologna, si occupa di storia e di storia dell’arte.
Nel 1985 e 1986 con Fabio Fantuzzi e Fabrizio Bizzarri produce una serie di documentari (“Voci di dentro”) sull’assistenza domiciliare nel Comune di San Giovanni in Persiceto, sulla organizzazione del locale ricovero per “alienati mentali” e sulla vicenda del partigiano sordomuto Federico Siena.
Nel 1988 organizza la mostra Etruschi di pianura presso la Biblioteca Comunale di San Giovanni in Persiceto.
Nel 2004 pubblica Il dio Grabo, il divino Augusto e le Tavole Iguvine, una nuova traduzione delle famose Tavole di Gubbio. Nel 2007 pubblica I Sardi nella guerra di Troia, un volumetto scritto per l’Associazione “Insieme per conoscere”, affiliata alla Primo Levi, in cui si affronta il problema della formazione di alcune civiltà italiche nell’età del Bronzo.
Carlo D’Adamo ha scritto anche Tutti zitti.Una rimozione collettiva (Gherli, 2009).
Con William Pedrini ha scritto Un passato che non passa. Il documentario fotografico di D’Aiutolo e Parisi (Pendragon, 2012).

Pagina 4 di 16« Prima...23456...10...Ultima »